Il sito delle Piantine di Bambù : Consigli

Consigli

CONSIGLI MANTENIMENTO GIOVANI PIANTINE DI BAMBU’

Per quanto riguarda il mantenimento delle giovani piantine che si avranno, consigliamo di invasarle in vasi da 20/25cm di diametro e tenerle per almeno una stagione invernale, dove si andranno a proteggere le radici dal gelo. Per il trapianto, dai piccoli vasetti al vaso piu' grande, tenere compatto il panetto di terra originale. Attenzione!! Le piccole piantine di Dendrocalamus Strictus non amano le temperature invernali, quindi dovranno rimanere in un luogo temperato, si consiglia di lasciarle in un vaso e ritirarle nel mese di Ottobre, questo per almeno per i primi due anni, da adulte, provare sempre a tenerle fuori al freddo, una pianta alla volta.

Nella successiva primavera, attendere che spunti il nuovo germoglio, quindi si potranno mettere a dimora, facendo attenzione prima di tutto all'irrigazione senza esagerare, infatti il bambù non ama i ristagni d'acqua e il terreno dovra' essere per lo piu' soffice e areato con un ph inferiore a 7, come ad esempio il terriccio per tappeti erbosi mescolato al 50% con sabbia fine. Da adulte le piante non avranno piu' alcun bisogno di cure, ma si dovra' fare attenzione solamente alle specie invasive, quindi si dovrà tenere in considerazione un eventuale circoscrizione con plexiglass per non “invadere” i terreni circostanti. Inoltre per i terreni di campagna, e' consigliato se non obbligatorio proteggere le giovani piantine con rete metallica da eventuali animali selvatici, quali caprioli, cinghiali, lepri ecc....per ultimo ricordo di NON togliere dal terreno le foglie che cadranno naturalmente nel corso degli anni, questo infatti sara' molto importante per le piante perche' sara' la protezione naturale sia dal gelo nei mesi invernali, dal rilascio delle sostanze nutrienti e dal mantenimento dell'umidita' nei mesi estivi.

In alternativa qui di seguito altri importanti consigli:

Una volta arrivato il pacco a casa, liberare delicatamente i vasetti dallo scotch e dalla plastica, lasciare i vasetti per un paio di giorni all’aria aperta, avendo cura di proteggere le piantine dai raggi di sole diretti. Per interrare in piena terra, e’ necessario preparare il sito in questo modo: vangare bene una circonferenza di almeno 20/30 cm. dalla buca centrale in cui verranno situate le piantine.
Sul fondo della buca versare del terriccio, che sarà composto per metà sabbia di fiume e metà di terriccio per tappeti erbosi, (quindi il terreno dovrà essere drenante) in alternativa un terriccio con un ph inferiore a 7.
Molto importante al momento del trapianto: prima di tutto bagnare bene il terriccio del vasetto, in modo che quando si andra’ a capovolgere la piantina , il panetto di terra rimarra’ BEN COMPATTO, a questo punto interrare e irrigare nuovamente.
E’ consigliabile per i primi due anni, proteggere le piantine dal sole estivo, e il rizoma ( le radici) dal gelo invernale, mentre quando spunteranno i nuovi culmi e raggiungeranno almeno i 50 cm di altezza, non sara’ più necessario alcune cure, da questo momento in poi le piantine saranno in grado di crescere autonomamente e ricordiamo sempre e comunque, che questa specie e’ altamente invasiva, e quindi molto difficile da estirpare definitivamente.
E’ possibile trapiantarle in vaso, anche se l’altezza della pianta rimarrà’ minore rispetto al trapianto in piena terra.

Comunque per qualsiasi informazione, siamo sempre a disposizione, contattandoci tramite la nostra e-mail, mark.ni@hotmail.it

Marco, Elisa e Ilaria.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti